Se non ci conoscete... Verità negate della guerra di Spagna

Se non ci conoscete... Verità negate della guerra di Spagna

Se non ci conoscete... Verità negate della guerra di Spagna

Focalizzando la sua ricerca sulle memorie orali del padre Franco e sulle lettere dello zio materno Gigi, arruolati tra le truppe italiane al fianco dei nazionalisti, Giorgio Monti ha il coraggio di porre l’attenzione su di un tabù della storia italiana: la diffusione del falso mito della partecipazione volontaria di tutti i militari italiani alla guerra civile spagnola

100 in magazzino

18,00 €

Aggiungi al carrello

Siamo chiusi per ferie dal 20 dicembre fino al 7 gennaio compreso.
Gli ordini saranno evasi a partire dall'8 gennaio prossimo.

Focalizzando la sua ricerca sulle memorie orali del padre Franco e sulle lettere dello zio materno Gigi, arruolati tra le truppe italiane al fianco dei nazionalisti, Giorgio Monti ha il coraggio di porre l’attenzione su di un tabù della storia italiana: la diffusione del falso mito della partecipazione volontaria di tutti i militari italiani alla guerra civile spagnola; comprensibile a partire dalla ferma volontà di cancellare la memoria del fascismo subito dopo il 25 aprile 1945. È noto che l’intervento di Hitler e di Mussolini fu decisivo per la vittoria dei nazionalisti e per l’instaurazione della dittatura di Francisco Franco (1939-1975); altrettanto innegabile il fatto che, mentre la Germania intervenne con l’aviazione, protagonista di tragici bombardamenti, Mussolini inviò in Spagna tra i quarantamila e i settantacinquemila uomini. Sicuramente, ci furono molti italiani che si arruolarono di propria iniziativa nel Corpo Truppe Volontarie, ma il numero e i criteri di volontarietà erano ben diversi da quelli delle Brigate internazionali. Fin dal titolo (Se non ci conoscete… Verità negate della guerra di Spagna), l’autore focalizza l’attenzione su quest’ultimo aspetto; per poi analizzare le motivazioni dell’arruolamento non volontario dei due familiari, la vita al fronte e le battaglie alle quali presero parte attraverso la trascrizione della corrispondenza epistolare tra lo zio Gigi e la famiglia. Infine, riportando in appendice incisivi documenti paterni, Monti insiste sulla scelta dei primi governi repubblicani di “mettere al bando” senza distinzione tutti i legionari italiani: con un decreto del giugno 1945, l’Opera nazionale per gli invalidi di guerra revocò le pensioni a tutti coloro che non avessero dimostrato la propria partecipazione non volontaria alla guerra di Spagna. Anche il padre dell’autore, ferito al braccio sinistro durante l’offensiva dell’Aragona (aprile 1938) e congedato con una pensione d’invalidità, ne fu privato sino al 1948, essendo riuscito a dimostrare le ragioni del suo arruolamento forzato nella Legione fascista in Spagna.

Scheda tecnica

  • Titolo - Se non ci conoscete...
  • Sottotitolo - Verità negate della guerra di Spagna
  • Autori - Giorgio Monti
  • Data di pubblicazione - 2017
  • Numero di pagine - 248
  • Copertina - Brossura cucita
  • Formato - 150 x 210 mm
  • Lingua - it
  • Tipo di stampa - BOOK
  • ISBN-13 - 9788875864804

Commenti

Nessun commento presente al momento.

Scrivi la tua recensione

Se non ci conoscete... Verità negate della guerra di Spagna

Se non ci conoscete... Verità negate della guerra di Spagna

Focalizzando la sua ricerca sulle memorie orali del padre Franco e sulle lettere dello zio materno Gigi, arruolati tra le truppe italiane al fianco dei nazionalisti, Giorgio Monti ha il coraggio di porre l’attenzione su di un tabù della storia italiana: la diffusione del falso mito della partecipazione volontaria di tutti i militari italiani alla guerra civile spagnola

Scrivi la tua recensione

30 altri prodotti nella stessa categoria: