L'attività di bonifica nel territorio romagnolo

L'attività di bonifica nel territorio romagnolo

L'attività di bonifica nel territorio romagnolo

Nei 150 anni di storia dell’Italia unita, l’attività di bonifica è stato uno dei principali agenti di trasformazione del territorio. Il caso della Romagna è assolutamente emblematico e viene qui proposto all’interno di uno sguardo incrociato fra dimensione nazionale e vicenda locale ...

1000 in magazzino

18,00 €

Aggiungi al carrello

Siamo chiusi per ferie dal 20 dicembre fino al 7 gennaio compreso.
Gli ordini saranno evasi a partire dall'8 gennaio prossimo.

Nei 150 anni di storia dell’Italia unita, l’attività di bonifica è stato uno dei principali agenti di trasformazione del territorio. Il caso della Romagna è assolutamente emblematico e viene qui proposto all’interno di uno sguardo incrociato fra dimensione nazionale e vicenda locale. Da un lato, infatti, lo Stato unitario ebbe la capacità di promuovere il riassetto idrogeologico attraverso un nuovo quadro legislativo, dall’altro varie compagini romagnole si fecero carico di portare avanti la bonifica e con essa lo sviluppo economico e il progresso sociale. Fra queste, vanno sicuramente ricordati i consorzi di bonifica, custodi di saperi millenari e di competenze pratiche in fatto di acque, e come tali fra i principali attori del processo di modernizzazione. Nel volume questi aspetti sono analizzati da differenti angoli visuali, che contribuiscono a gettare nuova luce su queste vicende storiche. La dimensione istituzionale, l’iconografia, la geologia storica, la business history – solo per ricordare alcuni approcci disciplinari – sono qui utilizzate per approfondire o analizzare ex novo i vari passaggi che hanno accompagnato la Romagna nell’ultimo secolo e mezzo. Le zone acquitrinose e prive di sicurezza idraulica, in cui braccianti e agricoltori si affannavano a ricavare i frutti della propria sussistenza, sono diventate aree in cui le terre e le acque sono separate in maniera stabile, tali da consentire insediamenti antropici, attività agro-alimentari, manifatturiere e del terziario, che hanno poi portato all’attuale società del benessere. I consorzi di bonifica continuano ancora oggi a svolgere il proprio compito di presidio del territorio, perché nulla è dato per sempre e il complesso sistema di canali, chiaviche, impianti idrovori e simili necessita di un costante monitoraggio e di una frequente manutenzione, nonché di innovazioni legate alle sempre nuove esigenze socio-economiche e alla disponibilità di tecnologie più avanzate. All’interno del volume sono pubblicati i contributi di Raffaella Biscioni, Fiorenzo Landi, Stefano Marabini, Anna Maria Martuccelli, Mauro Mazzotti, Tito Menzani.

Scheda tecnica

  • Titolo - L'attività di bonifica nel territorio romagnolo
  • Sottotitolo - percorsi di sviluppo in 150 anni di Italia unita (1861-2011)
  • Curatore - Tito Menzani
  • Data di pubblicazione - 2012
  • Numero di pagine - 152
  • Copertina - Brossura con bandelle
  • Formato - 215 x 280 mm
  • Lingua - it
  • Tipo di stampa - BOOK
  • ISBN-13 - 9788875863418

Commenti

Nessun commento presente al momento.

Scrivi la tua recensione

L'attività di bonifica nel territorio romagnolo

L'attività di bonifica nel territorio romagnolo

Nei 150 anni di storia dell’Italia unita, l’attività di bonifica è stato uno dei principali agenti di trasformazione del territorio. Il caso della Romagna è assolutamente emblematico e viene qui proposto all’interno di uno sguardo incrociato fra dimensione nazionale e vicenda locale ...

Scrivi la tua recensione

30 altri prodotti nella stessa categoria: