Gentile Fornarini pittore e vasaio di Faenza

Gentile Fornarini pittore e vasaio di Faenza

Gentile Fornarini pittore e vasaio di Faenza

Vi sono al mondo delle città privilegiate dal cui nome tutta una serie d’opere ha avuto una sorta di comune battesimo: così è Faenza, da cui faïence. Questo primato tecnico ha fatto sì che, nel corso dei secoli, dai suoi forni siano usciti capolavori di faïence senza tempo, accreditati anche da una rilevante ricchezza di documenti cartacei.

20 in magazzino

60,00 €

Aggiungi al carrello

Siamo chiusi per ferie dal 20 dicembre fino al 7 gennaio compreso.
Gli ordini saranno evasi a partire dall'8 gennaio prossimo.

Vi sono al mondo delle città privilegiate dal cui nome tutta una serie d’opere ha avuto una sorta di comune battesimo: così è Faenza, da cui faïence. Questo primato tecnico ha fatto sì che, nel corso dei secoli, dai suoi forni siano usciti capolavori di faïence senza tempo, accreditati anche da una rilevante ricchezza di documenti cartacei. Tra questi, per il Rinascimento, Faenza ne può vantare uno straordinario se non unico nel suo genere: il libro dei conti (“vacchetta”) di Gentile di Antonio Fornarini, pittore e vasaio. Da questo strumento contabile emergono molteplici aspetti della vita e del lavoro del maestro, grazie ai quali vengono a disegnarsi di fatto i caratteri distintivi dei costumi e delle consuetudini del mondo faentino, e prende forma l’identità del vasaio della seconda metà del ’400. La copiosa messe di informazioni fornita dal manoscritto conferma come il secondo ’400 coincida con la rinascenza manfrediana, somma di caratteri, di forme esteriori e decorative che costituiscono l’impronta peculiare e riconoscibile di una civiltà, di una tradizione. Dalla lettura del libro dei conti di Gentile Fornarini si viene a consolidare l’immagine di un artefice indipendente, capace di dividersi tra pittura e arti applicate, di un artigiano-commerciante in grado di porsi attivamente in relazione col suo mondo tra domanda e offerta, rappresentando quindi emblematicamente la versatile mentalità di un maestro del Rinascimento italiano.

Scheda tecnica

  • Titolo - Gentile Fornarini pittore e vasaio di Faenza
  • Sottotitolo - Vita e lavoro nel libro dei conti di un maestro del Rinascimento
  • Curatore - Carmen Ravanelli Guidotti
  • Data di pubblicazione - 2022
  • Numero di pagine - 340
  • Copertina - Brossura cartonata
  • Formato - 210x297 mm
  • Lingua - IT
  • Tipo di stampa - Book
  • ISBN-13 - 9788875866846

Commenti

Nessun commento presente al momento.

Scrivi la tua recensione

Gentile Fornarini pittore e vasaio di Faenza

Gentile Fornarini pittore e vasaio di Faenza

Vi sono al mondo delle città privilegiate dal cui nome tutta una serie d’opere ha avuto una sorta di comune battesimo: così è Faenza, da cui faïence. Questo primato tecnico ha fatto sì che, nel corso dei secoli, dai suoi forni siano usciti capolavori di faïence senza tempo, accreditati anche da una rilevante ricchezza di documenti cartacei.

Scrivi la tua recensione

5 altri prodotti nella stessa categoria: