Relazione del viaggio per Francia, Fiandra e Germania fatto con il confratello Agostino da Lugo nel 1665

Relazione del viaggio per Francia, Fiandra e Germania fatto con il confratello Agostino da Lugo nel 1665

Relazione del viaggio per Francia, Fiandra e Germania fatto con il confratello Agostino da Lugo nel 1665

Da sempre il "viaggio" rappresenta una metafora della vita.

50 in magazzino

-15%

25,00 €

Prezzo scontato!

21,25 €

Aggiungi al carrello

Siamo chiusi per ferie dal 20 dicembre fino al 7 gennaio compreso.
Gli ordini saranno evasi a partire dall'8 gennaio prossimo.

Da sempre il “viaggio” rappresenta una metafora della vita.
La scoperta e la pubblicazione di questo diario di viaggio di due frati cappuccini che si avventurano nell’Europa della seconda metà del XVII secolo apre una finestra su un mondo diverso da quello attuale, ma comunque segnato dalla curiosità, dal gusto della novità, dall’incontro con l’ignoto. Abbiamo in queste pagine l’opportunità di conoscere da vicino con gli occhi dei due protagonisti, il modo di costruire ed organizzare le città ed i villaggi, gli usi ed i costumi della vita quotidiana, la sensibilità dei
singoli e della comunità civile e religiosa dell’età moderna. Ed anche il modo di viaggiare dell’epoca. Già: è noto che i mezzi di trasporto caratterizzano una cultura ed una società. Attualmente il mezzo di trasporto più comune è l’automobile, con tutti i vantaggi ma anche i limiti di questo strumento. Se oggi possiamo spostarci velocemente in aereo o in treno, nella seconda metà del ’600 i ricchi si muovevano a cavallo o in carrozza, i poveri invece si spostavano a piedi o al massimo in barca. Ed è per questo che i nostri due cappuccini compiono il loro viaggio da poveri, come prescriveva la loro regola di vita. Comunque, anche a quell’epoca ci si spostava non poco, ed anzi si stava affermando il gusto del viaggio con la relativa narrazione.
Non possiamo non osservare, inoltre, che la pubblicazione di questo diario di viaggio, a fronte di una
documentazione archivistica purtroppo lacunosa per i primi due secoli di storia dell’Ordine dei Cappuccini,
cioè per il ’500 ed il ’600, contribuisce a descrivere in dettaglio uno spaccato diretto della vita quotidiana, non solo della Riforma cappuccina nella seconda metà del XVII secolo, ma anche del modo di vivere, di viaggiare, di rapportarsi con la società e con la Chiesa del tempo, sia sul versante cattolico, sia su quello protestante.

Scheda tecnica

  • Titolo - Relazione del viaggio per la Francia, Fiandra e Germania fatto con il confratello Agostino da Lugo nel 1665
  • Autori - Bonifacio da Tossignano O.F.M. Cap.
  • Curatore - Edizione critica e commento di Mario Giberti e Andrea Nanetti
  • Data di pubblicazione - 2019
  • Numero di pagine - 308
  • Copertina - Brossura cartonata
  • Formato - 170 x 240 mm
  • Lingua - it
  • Tipo di stampa - BOOK
  • ISBN-13 - 9788875866020

Commenti

Nessun commento presente al momento.

Scrivi la tua recensione

Relazione del viaggio per Francia, Fiandra e Germania fatto con il confratello Agostino da Lugo nel 1665

Relazione del viaggio per Francia, Fiandra e Germania fatto con il confratello Agostino da Lugo nel 1665

Da sempre il "viaggio" rappresenta una metafora della vita.

Scrivi la tua recensione

6 altri prodotti nella stessa categoria: